Se uno Stato non tutela più i suoi uomini migliori


Page for Daniele Bosio

di Claudia Svampa

La storia drammatica dell’ambasciatore Bosio dovrebbe ricordarci che nessuno in Italia é immune all’indifferente inefficienza di questo vilipeso paese. Neanche un suo uomo di Stato, neanche un ambasciatore designato per essere all’estero massima espressione della nostra nazione, neanche chi questo stesso Stato lo ha a lungo servito con onorata e specchiata rettitudine fino ad oggi, continuando a raccogliere in ogni angolo del mondo attestati di stima e fiducia incondizionata, e non un solo atto di accusa. Neanche un uomo come Daniele Bosio, più innamorato delle missioni umanitarie e dei bambini indigenti che dei raccordi politici nei corridoi di palazzo, evidentemente, merita una deroga all’oblio istituzionale. Neanche per lui vale la presunzione di innocenza, diritto spettante ad ogni cittadino della repubblica non condannato in via definitiva. L’articolo splendido di Pio d’Emilia pubblicato oggi da Il Fatto Quotidiano (qui) racconta, senza censure, come ci si é imbozzolati in un’imbarazzata inefficienza politica e istituzionale nei confronti di un servitore dello Stato quale dovrebbe essere considerato a tutti gli effetti un ambasciatore della repubblica italiana. Il giudice Falcone ci lasciò in eredità l’angosciante monito secondo cui l”in Sicilia la mafia colpisce i servitori dello Stato che lo Stato non é riuscito a proteggere”. Oggi sappiamo chiaramente, che si tratti dei Marò in India o di un ambasciatore abbandonato in carcere nelle Filippine, che fra i servitori dello Stato che lo Stato “non é riuscito a proteggere” non mancano coloro che lo Stato scientemente non “é interessato a proteggere”.

Liberi di commentare

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

  • Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

    Unisciti ad altri 48 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: